WebMail

15 Ottobre 2018 - 19:56

home cronaca sport sport g. giornali economia cultura messaggi links
Google
06/02/2011 homepage  
Ancora sul Comune Unico di Alberto Cudini
Dopo gli interventi dell’Assessore al Comune di Sant’Angelo in Lizzola Urbinati, dell’ex-Presidente dell’Unione dei Comuni di Pian del Bruscolo e del Consigliere Comunale al Comune di Colbordolo Lucarini sulla questione del Comune Unico, mi viene spontaneo dire: “Allora la mia provocazione ha colpito nel segno!”.
Voglio dire che da circa due anni non si sono avuti più incontri, conferenze, convegni, articoli sui quotidiani locali che dibattessero della Città Futura, tanto che molti pensano che l’ambizioso progetto sia stato abbandonato.
Proprio per questo mi sono permesso di analizzare la questione e di provocare l’opinione pubblica, proponendo la costituzione di un Comune Unico a tre al fine di riprendere le fila del discorso, cercando di coinvolgere il più ampio numero di persone.
Se dopo quella mia provocazione sono giunti in redazione altri inteventi ed è stata organizzata un’assemblea dalle forze di minoranza dell’Unione dei Comuni proprio sullo stesso argomento, vuol dire che si tratta di una questione ancora viva e che, certamente solo con la collaborazione di tutti, potrà essere riportata sui giusti binari.
Va quindi riconosciuto al nostro sito www.cittàfuturainfo.it l’impegno e la costanza nel sottoporre la questione all’attenzione dei cittadini e soprattutto alle forze politiche che guidano le amministrazioni dei 5 Comuni.
Chi conosce la realtà locale sa che c’è un certo malessere nel vedere “sgonfiarsi” l’idea del Comune Unico, sa che esistono uomini, donne, politici ed intellettuali in fermento, perché vorrebbero vedere riconosciuta l’autonomia e la capacità governativa del nostro territorio ed evitare assolutamente di tornare ad essere il quartiere più periferico di Pesaro.
Certamente l’impegno dell’ Associazione “Città Futura” continuerà, non solo attraverso il nostro sito, ma anche con iniziative che sappiano coinvolgere il maggior numero di persone sensibili a quella prospettiva che, prima o poi, inevitabilmente, ci porterà al Comune Unico, perché è l’unica strada che permetterà di raggiungere risparmi considerevoli sia perché si avrebbe solamente un Sindaco, un Consiglio Comunale e una Giunta Esecutiva sia perché si avrebbe una migliore razionalizzazione nell’organizzazione degli uffici e del personale.
Alberto Cudini

Fonte:
 

Torna alle news della categoria "homepage"
Torna alla pagina delle news

Siti Web personalizzati di Euweb.it