WebMail

21 Luglio 2018 - 11:20

home cronaca sport sport g. giornali economia cultura messaggi links
Google
11/04/2011 homepage  
PERCHE’ SONO PER IL COMUNE UNICO DI PIAN DEL BRUSCOLO:

PERCHE’ SONO PER IL COMUNE UNICO DI PIAN DEL BRUSCOLO:

- il nostro è un territorio omogeneo per caratteristiche urbane, economiche e sociali, i confini dei comuni si intersecano tra di loro, Montelabbate e Tavullia sono divise dal territorio di Sant’Angelo in Lizzola, alcuni paesi, Montecchio, Osteria Nuova, Apsella sono divisi tra due comuni, nella valle si estende una città lineare cresciuta sulle principali vie di comunicazione che comprende Osteria Nuova, Montelabbate, Montecchio, Bottega, Padiglione, Morciola fino a Cappone verso Urbino e a Rio Salso verso Macerata, nelle colline, Monteciccardo è ad un Km da Sant’Angelo in Lizzola e da Ginestreto, Tavullia, il paese che proietta il nostro territorio verso la Romagna è comunque vicinissima a Montecchio. L’economia e lo sviluppo artigianale ed industriali sono omogenei le aree industriali di Chiusa di Ginestreto, di Via Pantanelli, di Selva Grossa e di Talacchio sono indistintamente le aree di un’intera vallata, rappresentano complessivamente il più importante polo industriale della provincia, le caratteristiche e le produzioni che in esse si svolgono sono omogenee e godono, in questo delicato periodo della storia industriale del nostro Paese delle stesse luci e delle stesse ombre. Tutti i comuni hanno subito un processo evolutivo analogo negli ultimi 50 anni della nostra storia, dal dopoguerra della ricostruzione si è passati agli anni del boom economico, i nostri piccoli laboratori sono diventati industrie, i paesi si sono allargati, dall’entroterra della nostra provincia sono arrivati nuovi cittadini e negli anni successivi (80-90), tante persone in cerca di lavoro e stabilità per le proprie famiglie sono arrivati dal sud. La popolazione è molto aumentata è cambiata e anche la lettura e l’uso del territorio, le vecchie centralità non esistono più sostituite dalla città diffusa, nessuno nella pratica quotidiana avverte più i vecchi confini comunali o i vecchi campanili, si vive a Montecchio, si va a scuola a Pian del Bruscolo, si gioca a calcio a Morciola, si esce al bar di Osteria Nuova, si va a mangiare la pizza a Tavullia, viviamo la città integrata
- I nostri comuni hanno un’antica storia di collaborazione, già 40 anni fa per una scelta lungimirante si realizzo (uno dei pochi in Italia) un piano regolatore intercomunale, il PRGI del 1969 immaginò uno sviluppo diffuso in tutti i comuni, il territorio che vediamo oggi e stato modellato da quella pianificazione. Hanno seguito il PRGI anche altre scelte strategiche importanti, il Consorzio, l’Unione dei Comuni, se il nostro territorio gode di un buon numero di servizi sociali e sanitari se ha la piscina, scuole e asili nido consorziati, una rete di biblioteche invidiabile e tanti altri servizi è perché quelle scelte lo hanno determinato.
- abbiamo un fiume il Foglia che ci unisce che è al centro della valle su cui si affacciano le nostre bellissime colline, il fiume e le colline sono le nostre vere ricchezze ambientali, grandi potenzialità da valorizzare, il fiume deve diventare sempre più il nostro giardino, con acque sempre più pulite e limpide, i suoi argini, le sue piante, il suo verde devono diventare l’ingresso alla città della valle, le colline sono i segno distintivo del nostro territorio, la qualità aggiunta, dove e bello vivere e dove non devono mancare i servizi, per loro occorre pensare ad alcune piccole città delle colline, Monteciccardo, Sant’Angelo, Ginestreto distanti tra loro solo 1 Km, alla destra del Foglia, Tavullia a sinistra e Colbordolo-Montefabbri spartiacque tra Apsa e Foglia, dovranno diventare importanti progetti urbanistici, le citta delle colline integrate nel loro ambiente sono la risposta di cultura, di enogastronomia, di turismo, di residenza di qualità che integrano in un disegno armonico complessivo il ruolo della città della valle con vocazione produttiva.
- assieme possiamo costruire una città di oltre 30.000 abitanti, la terza della provincia, il comune unico sarà in grado di determinare notevoli economie di scala, sia istituzionali (un solo consiglio comunale, un solo sindaco) che amministrative (un solo segretario comunale, specializzazione ed articolazioni delle professionalità interne alla struttura), sarà in grado di far sentire la propria voce con più forza presso gli enti sovra ordinati (Stato, Regione, Provincia) e negli organismi sovra comunali di gestione (aziende, ATO, ecc.). Il comune unico sarà in grado di mettere ordine alla confusa crescita urbana, programmare una viabilità razionale, riorganizzare i servizi sociali, essere più incisivo anche attraverso il confronto con le categorie sui temi dello sviluppo economico e del lavoro.

CON CHI E COME PORTARE AVANTI LA NOSTRA BATTAGLIA

La nostra è una iniziativa che nasce per unire e non per dividere, ricerca la più ampia condivisione, senza discriminanti politiche o sociali, nasce tra i cittadini comuni, tra chi ha, o ha già avuto in passato esperienze di impegno politico o sociale, è supportata da tutti quelli che ritengono che occorra fare delle scelte importanti e coraggiose per migliorare il nostro presente, ma anche il futuro, soprattutto quello delle nuove generazioni. Il nostro vuole essere un contributo serio e costruttivo, tutte le proposte verranno studiate e valutate per temi, attraverso contributi specifici che sommandosi formeranno il nostro programma per il comune unico, quando sarà pronto ci impegniamo ad andare da tutti i cittadini, in tutte le frazioni, in tutte le case ad illustrarlo, in modo che i giudizi e le valutazioni siano informate e quindi consapevoli. In questo percorso vorremo avere anche un rapporto molto stretto con le amministrazioni comunali in carica, per contribuire all'amministrazione quotidiana e per anticipare l’idee fattibili fin da subito, con i partiti le associazioni e con tutti quelli che hanno a cuore il futuro del nostro territorio.

I sottoscritti si riconoscono e aderiscono ai contenuti del presente documento.

Fonte:
 

Torna alle news della categoria "homepage"
Torna alla pagina delle news

Siti Web personalizzati di Euweb.it