WebMail

21 Ottobre 2018 - 01:58

home cronaca sport sport g. giornali economia cultura messaggi links
Google
23/11/2011 homepage  
Sant’Angelo in Lizzola negli anni di Terenzio Mamiani (1799-1885)
Il Comune di Sant’Angelo in Lizzola inaugurerà Sabato 26 Novembre 2011 alle ore17,00 presso il Palazzo Mamiani, sede del Comune, una esposizione fotografico-documentaria che presenterà Sant’Angelo in Lizzola negli anni di Terenzio Mamiani (1799-1885).




IL 17 MARZO 2011 L'ITALIA HA COMPIUTO 150 ANNI.
TERENZIO MAMIANI, CONTE DI SANT'ANGELO IN LIZZOLA, FU TRA I MASSIMI ARTEFICI DEL NOSTRO RISORGIMENTO.
L’Italia onesta, democratica, responsabile, quella che sa stare insie¬me e dividere onori ed òneri è quella che ha festeggiato il 17 marzo. Nella memoria dei nostri antenati e di tutte le generazioni presenti, passate e future che hanno concorso e concorreranno con il loro sacrificio ed impegno a fare sempre più prospero, unito e forte il nostro Paese, deve rimanere vivo e vitale il ricordo ed il significato di quella giornata e del percorso di costruzione dell'Italia unita che ha attraversato questi 150 anni di storia .
A conclusione di questo percorso di 'memorie', l'Amministrazione Comunale di Sant'Angelo in Lizzala vuole ricordare uno dei perso¬naggi fondamentali del Risorgimento italiano e dell'Unità d'Itala. Egli fu infatti il primo ministro della Pubblica Istruzione del neo¬nato Regno Italiano.
L'Amministrazione Comunale


Curata da Cristina Ortolani, la mostra ripercorre quasi un secolo di storia di Sant’Angelo in Lizzola, puntando l’attenzione su alcuni luoghi e aspetti della vita del paese, “fotografato” nel complesso passaggio dallo Stato Pontificio al Regno d’Italia.
Attraverso documenti e immagini abbiamo cercato di raccontare in parallelo la vita di Mamiani e le vicende di Sant’Angelo in Lizzola, senza dimenticare ciò che negli stessi anni accadeva nel panorama nazionale, commenta Cristina Ortolani. Naturalmente lo spazio di una mostra non consente che una sintesi essenziale degli eventi di quel periodo; grazie ai materiali conservati presso l’Archivio comunale, l’Archivio diocesano e l’Archivio di Stato di Pesaro conclude Ortolani, emerge comunque uno spaccato della vita del paese denso di dettagli anche inediti. Oltre a palazzo Mamiani tra i luoghi ricordati in mostra ci sono per esempio la chiesa della Scuola, distrutta dalla II guerra mondiale ma anche la “pubblica fonte”, della quale sono stati recentemente recuperati i progetti originali di metà Ottocento.

Terenzio Mamiani, ultimo conte di Sant’Angelo in Lizzola, fu tra i massimi artefici del nostro Risorgimento, aggiunge Guido Formica, sindaco di Sant’Angelo in Lizzola e, a conclusione di un anno scandito dalle celebrazioni dell’Unità d’Italia, anche la nostra Amministrazione ha deciso di aggiungere il proprio tassello alle iniziative programmate su scala nazionale e provinciale. Ricordare l’unità d’Italia, insieme con chi per quell’ideale ha sacrificato la vita, prosegue Formica, è infatti un gesto estremamente significativo, che ci rimanda all’intero percorso di costruzione della nostra democrazia.
L’inaugurazione delle ore 17 sarà preceduta, la mattina di Sabato 26, da un’anteprima riservata alle classi elementari e medie della scuola di Sant’Angelo in Lizzola; a conclusione del pomeriggio è previsto un aperitivo offerto da Coop Adriatica.

Alla mostra hanno collaborato, tra gli altri, l’Archivio storico Diocesano di Pesaro e l’Archivio di Stato di Pesaro e Urbino.

La mostra resterà aperta fino al 23 Dicembre prossimo, dal Lunedì al Sabato dalle 10 alle 12, oppure su prenotazione, allo 0721 489711 (Comune di Sant’Angelo in Lizzola).
Info: www.comune.santangeloinlizzola.pu.it; 0721 489711.


Fonte:
 

Torna alle news della categoria "homepage"
Torna alla pagina delle news

Siti Web personalizzati di Euweb.it