WebMail

20 Aprile 2018 - 14:38

home cronaca sport sport g. giornali economia cultura messaggi links
Google
08/12/2011 homepage  
Sant’Angelo in Lizzola: Consiglio Comunale del 25.11.2011
Puntualmente l’Assessore Urbinati Urbano ci ha inviato il resoconto della seduta del Consiglio Comunale che riportiamo integralmente:
Si è svolta sabato mattina 25.11.2011 la seduta del Consiglio Comunale di Sant’Angelo in Lizzola con la lieta sorpresa della partecipazione
degli studenti di prima media del capoluogo. I ragazzi si sono distinti per la logicità delle loro domande e per la loro perspicacia
.
Il sindaco,in particolare, ha dovuto rispondere sui provvedimenti presi in mattinata, sul tipo di risposte che aspetta la gente, e non sono mancate domande sui costi della politica. Complimenti a questi ragazzi e naturalmente ai loro insegnanti.
Il consiglio si è aperto con il racconto delle impressioni raccolte dal consigliere Renzi nel suo breve viaggio, come giovane consigliere dell’ANCI, di visita alle istituzioni a Bruxelles.
I punti all’ordine del giorno erano, oltre alle varie comunicazioni del sindaco e presidente, in tutto sei. Due riguardavano la conferma dell’addizionale irpef e I.C.I.. Entrambe le aliquote sono state confermate per il 2012 allo stesso livello del 2011. La minoranza si è astenuta.
Si è parlato poi di bilancio, con variazioni e storni dovuti perlopiù ad ottenere, come ha spiegato l’assessore Giombini nel suo intervento, un più ampio margine di manovra in sede di patto di stabilità. A tale riguardo mi preme segnalare che il nostro comune è stato autorizzato a pagare circa 290mila € in più in virtù della delibera regionale con la quale la Regione rinuncia a pagare una somma piuttosto consistente ai suoi fornitori, girando questa possibilità ai vari enti che ne hanno fatto richiesta. In un primo momento il nostro comune era stato escluso per essere poi, giustamente, riammesso, anche se la cifra accordataci, frutto di un calcolo in cui la presenza dei debiti era preponderante, non è neanche lontanamente vicina ai nostri bisogni. Il punto sul bilancio è stato comunque approvato con l’astensione della minoranza.
Astensione anche per il punto riguardante le modifiche delle percentuali da assegnare alle opere artistiche nel momento della stipula di nuove convenzioni edilizie. Nel nostro regolamento edilizio, come negli altri, è presente un punto in base al quale chi costruisce si prende in carico la realizzazione e l’installazione di un’opera d’arte al’interno della lottizzazione. Quasi sempre sono opere moderne e ne abbiamo già posizionata qualcuna.
Con l’ultimo punto, prima dell’intervento dei ragazzi, si è discusso del nuovo regolamento per l’acquisto di forniture, acquisizione dei servizi, ed assegnazione dei lavori in economia. Gli importi minimi per quest’ultimi sono stati , per esempio aumentati a 40mila €, così che i nostri uffici possono essere più veloci negli interventi urgenti (patto di stabilità permettendo).
Nel suo intervento Pedini Roberto, pur annunciando il voto favorevole del suo gruppo, ha espresso il rammarico che alcune opere di progettazione sono fatte ricorrendo al mercato esterno dei tecnici, pur avendo nella struttura fior di geometri ed ingegneri. Il rimprovero era rivolto soprattutto all’Unione dei Comuni di Pian del Bruscolo che potrebbe unire i vari uffici tecnici specializzando le persone e razionalizzando le competenze. Pedini ha avuto l’appoggio su questo tema dal consigliere di maggioranza Rossini che ha anzi proposto una iniziativa comune (dato che entrambi siedono nel consiglio dell’unione) e portare avanti insieme l’istanza.
La seduta si è conclusa, come dicevo, con i graditi interventi dei ragazzi. Nient’altro da aggiungere ……. a risentirci.


Fonte:
 

Torna alle news della categoria "homepage"
Torna alla pagina delle news

Siti Web personalizzati di Euweb.it