WebMail

23 Gennaio 2018 - 06:50

home cronaca sport sport g. giornali economia cultura messaggi links
Google
13/09/2013 homepage  
Un Nuovo Comune
Giornata memorabile per i Consigli Comunali di Sant’Angelo in Lizzola e Colbordolo.
Mercoledì 11.09.2013 i due Consigli Comunali di Sant’Angelo in Lizzola e Colbordolo si sono riuniti in seduta contemporanea per approvare una delibera della massima importanza, direi storica per le due comunità.
Le due amministrazioni, infatti, non hanno più accettato l’immobilismo ormai diventato proverbiale all’interno dell’Unione dei Comuni di Pian del Bruscolo e hanno rotto gli indugi, avviando la pratica della fusione fra i due Comuni.
Non vogliamo aggiungere altro, se non complimentarci con le due Amministrazioni che hanno così dimostrato coraggio e lungimiranza. Riportiamo integralmente quanto l’Assessore Urbano Urbinati ci ha inviato:
Mercoledì 11 settembre 2013 è stato un giorno importante per i comuni di Sant’Angelo in Lizzola e Colbordolo.
I consigli comunali dei due comuni ,riunitosi in contemporanea, hanno formalizzato la volontà di unirsi in un unico comune. La delibera è stata approvata con un voto unanime (assenti per motivi di lavoro Murgia,Gambini e Ugolini) dal consiglio di Sant’Angelo e con una astensione da parte dell’assemblea comunale di Colbordolo.
Nel consiglio al quale ho partecipato come addetto ai lavori, dopo una introduzione del sindaco Guido Formica, gli interventi sono stati del capogruppo di minoranza Tiboni, dei consiglieri Renzi, Pedini, Torcolacci e Rossini.
C’è chi si è dichiarato commosso, chi ha parlato di momento storico per il nostro comune chi , infine, ha rammentato il ritardo e la mancata adesione da parte degli altri comuni dell’unione. Comunque da tutti gli interventi è apparsa chiara la soddisfazione per essere arrivati ad un traguardo importante per un’assemblea che già nel 2008 aveva espresso una mozione a favore di una unificazione con gli altri comuni dell’unione Pian del Bruscolo. Oltre alla soddisfazione è comunque emersa anche la consapevolezza che l’iter è appena iniziato e che tanto è il lavoro che aspetta le due amministrazioni e i due apparati per arrivare a nuovi organigrammi e permettere al nuovo ente di partire bene e sfruttare le opportunità ed i vantaggi che si presenteranno con la fusione. Sul piano politico stanno anche qui per arrivare giornate importanti perché il passaggio fondamentale sarà il referendum attraverso il quale i cittadini verranno chiamati ad esprimere la volontà di procedere o fermare il processo di fusione. Le due amministrazioni chiedono, a questo proposito, l’aiuto trasversale ed unitario dei partiti, delle istituzioni e delle associazioni (non ultima Città Futura che tanto peso ha avuto nello smuovere le coscienze) e di chiunque altro ha a cuore la riuscita di dell’”avventura” che, ripeto, è appena cominciata.
In ultimo vorrei aggiungere i complimenti a tutto il consiglio( sindaco in testa) di cui faccio parte per il coraggio dimostrato nel portare avanti con determinazione una istanza sentita prima di tutto con il cuore. Ai cittadini spetta ora la parola definitiva.
Saluti
Urbinati Urbano


Fonte:
 

Torna alle news della categoria "homepage"
Torna alla pagina delle news

Siti Web personalizzati di Euweb.it