WebMail

05 Luglio 2022 - 18:02

home cronaca sport sport g. giornali economia cultura messaggi links
Google
21/05/2022 homepage  
Vitri:
inaugurazione dello Stand Marche al Salone del Libro di Torino

“Un onore inaugurare lo stand Marche al Salone internazionale del Libro di Torino, dove ho voluto che anche la nostra provincia fosse protagonista”

Con emozione e orgogliodichiara la consigliera regionale Micaela Vitri - ho tagliato il nastro di apertura dello stand delle Marche alla 34^ edizione del Salone del libro di Torino, a cui ho partecipato come presidente del Comitato esperti della nostra collana editoriale “I Quaderni del Consiglio”.
Abbiamo offerto a editori e scrittori marchigiani uno spazio espositivo nella più importante vetrina d’Europa del settore, ma soprattutto avuto l’opportunità di presentare alcuni progetti per cui ho voluto che anche la nostra provincia fosse protagonista.
Così, nel salotto allestito, nella scenografia, come un teatro, ripresa dal Rossini, ho presentato alcune significative iniziative editoriali.
Tra queste, in anteprima nazionale, insieme alla direttrice scientifica della Fondazione Rossini Ilaria Narici e al curatore Sergio Ragni, ho illustrato Il sesto tomo dell’epistolario del grande compositore pesarese, edito dalla stessa Fondazione.
Dopo un altro panel, dedicato a Pesaro capitale della cultura 2024, si è passati a Urbino con un nuovo lavoro inedito della collana “Vivarte”, per cui il direttore Oliviero Gessaroli e l’autrice Maria Moranti hanno presentato “Le vicissitudini della biblioteca del Duca Federico”.
A seguire spazio a Fossombrone con il libro “Schiocchi di frusta”, dedicato al grande artista di inizio ‘900 Anselmo Bucci, presentato dall’architetto Roberto Imperato del Rotary Club Urbino, che ne ha sostenuto la pubblicazione e Laura Vanni, curatrice dell’opera a cui hanno lavorato anche gli allievi del Liceo artistico di Urbino – Scuola del Libro.
Nel salone intitolato quest’anno “Cuori selvaggi” non poteva mancare inoltre il raro manoscritto quattrocentesco a forma di cuore, ancora avvolto dal mistero per le frasi censurate, custodito dalla Biblioteca Oliveriana di Pesaro.
A parlarne è stata la direttrice Brunella Paolini, che ne ha illustrato le peculiarità ricordando anche altri preziosi oggetti presenti nel Museo dell’Oliveriana, che sarà inaugurato ad agosto.
In un mondo in cui tutto scorre in fretta, lasciando solo tracce effimere sui social
- conclude Vitri[ - il libro rimane un punto fermo per arricchire e tramandare il nostro patrimonio culturale. Il lavoro degli autori e degli editori, oltre un centinaio nelle Marche tra piccoli e grandi, va quindi sempre più preservato e sostenuto.

Micaela Vitri
Consigliera regionale




Vedi foto..............................
Fonte: Micaela Vitri
 

Torna alle news della categoria "homepage"
Torna alla pagina delle news

Siti Web personalizzati di Euweb.it