WebMail

10 Dicembre 2018 - 23:34

home cronaca sport sport g. giornali economia cultura messaggi links
Google
14/01/2011 homepage  
Flavio Fabi: Gli amministratori si interroghino sulla Città Futura
L'ex sindaco di Colbordolo si appella all'impegno di tutti coloro che credono in questo progetto, anche al di fuori dai partiti

Dopo l’articolo che è apparso sul sito citta futura info a cura di Alberto Cudini, sul tema del comune unico da 5 a 3 comuni mi sorgono spontanee alcune domande da porre.
1. Gli attuali amministratori dei 5 comuni conoscono nel dettaglio il progetto della Città Futura che era stato elaborato insieme nel 2008 tra comuni e Provincia?
2. Gli stessi amministratori (esclusi i sindaci) sono d’accordo con le “non scelte” che stanno portando ad una totale paralisi dell’Unione ed all’affossamento di essa e di un progetto che vada verso il comune unico.
3. Conoscono strumenti migliori per gestire un territorio che è ormai unico sotto tutti i punti di vista?
A queste domande aggiungo che non ci si può nascondere solamente dietro i tagli di bilancio, che seppur importanti, non impediscono di progettare e continuare in maniera organica un progetto fondamentale.
Questo è dimostrato dal fatto che anche vicino a noi, stanno nascendo nuove unioni che gestiranno servizi e funzioni, mentre la nostra che era una degli esempi regionali è rimasta ferma lì.
A questo punto, faccio osservare che le cose sono fatte dagli uomini e che se essi non vogliono, le cose non si fanno da sole. Quindi, per continuare ad essere un territorio riformista abbiamo bisogno di continuare il lavoro che è stato fatto in 30 anni, abbandonare i propri “orticelli” perché oggi le dimensioni sono molto più ampie (es L’Europa). Bisogna abbandonare i risentimenti personali avere una visione politica che guardi al BENE COMUNE a 360 gradi ed iniziare una stagione che possa portare veramente ad un comune unico fatto dagli attuali 5 comuni, che secondo me è la dimensione ottimale,andando così incontro anche a quelle razionalizzazioni di costi che molti sbandierano.
Penso che in questo momento ci sia bisogno dello sforzo di tutti coloro che credono in questo progetto, anche al di fuori dai partiti, in maniera trasversale, perché solo così il nostro territorio potrà uscire da questa stasi. Questo è un progetto ambizioso, ma il nostro territorio è sempre stato abituato a questo tipo di battaglie e quindi credo che anche questa bisognerà affrontarla con temi, soluzioni innovative e condivise.
Infine anche chi ci amministra e i politici dei vari schieramenti devono assumersi le loro responsabilità su questo tema e dire chiaramente cosa ne pensano e cosa vogliono fare della Città Futura, ma non solo a parole, ma con fatti e atti.
Credo, infine, sia importante l’apertura di questo dibattito su questo sito e auspico che inizi definitivamente una nuova stagione per la Citta Futura.

Flavio Fabi


Fonte:
 

Torna alle news della categoria "homepage"
Torna alla pagina delle news

Siti Web personalizzati di Euweb.it