WebMail

20 Settembre 2018 - 20:20

home cronaca sport sport g. giornali economia cultura messaggi links
Google
11/11/2013 homepage  
Sant’Angelo in Lizzola: Consiglio Comunale del 28.10.2013
Riportiamo con piacere il resoconto del Consiglio Comunale di Sant’Angelo in Lizzola del 28.10.2013, inviatoci dall’Assessore Urbano Urbinati.
Ancora una volta lo ringraziamo per la sua costanza e per la disponibilità dimostrata, permettendo così ai nostri lettori di conoscere quanto viene deciso a livello comunale.

Il consiglio comunale di Sant’Angelo in Lizzola si è riunito, forse per una delle ultime volte, il 28.10.2013. All’ordine del giorno diversi punti, il più importante dei quali riguardante una variante al prg. L’area è la MP4, la zona di riferimento è quella industriale di Montecchio, inizio via Mazzini.
La variante riprende un vecchio SUAP che questo consiglio ha bocciato nel 2011 e che è stato trasformato in richiesta di variante dai proprietari. La pratica ha ottenuto il via libera della Provincia ed ora, con la sua approvazione (4 astenuti,con il consigliere Ballerini che si è allontanata per motivi di parentela) sarà possibile la costruzione di 2 opifici che, speriamo, daranno lavoro ad un bel po’ di persone.
Si è discusso anche di protezione civile con l’approvazione (unanime) del nuovo regolamento del gruppo comunale. Poche le variazioni dal precedente, per esempio i volontari non potranno avere più di 75 anni per svolgere determinate mansioni.
Al punto 5 c’era un’altra cosa piuttosto importante e cioè la convenzione con l’ASUR per la concessione del terreno su cui edificare il nuovo distretto sanitario. La concessione è per 30 anni, ma ci siamo tenuti la possibilità di revoca se, nei prossimi tre anni, non saranno iniziati i lavori. Il punto è stato approvato all’unanimità.
Unanimità anche per il punto riguardante le variazioni al piano delle alienazioni per il 2013, una riguardante una precisazione circa il valore di una piccola area situata in via dei Partigiani nel capoluogo e l’altra riguardante una permuta con l’ERAP. Il comune conferisce all’ente case popolari un manufatto di Sant’Angelo (quello definito ex mattatoio) che sarà ristrutturato per ricavarne due mini appartamenti e riceve in cambio un capanno adibito a garage per le case popolari di via Mazzini e che sarà ottimale per la costruzione del centro di aggregazione previsto nel sito.
Ultimo punto previsto era relativo alla possibilità per il nostro comune di adottare come area adibita alla grande distribuzione l’area limitrofa situata nel comune di Tavullia e già adibita a media distribuzione. Il punto è stato ritirato con voto unanime, dal momento che siamo ormai prossimi alla possibilità di unirci in un unico comune con Colbordolo e una decisione tutto sommato di una certa importanza, per il futuro di questo territorio, è giusto che sia demandata ai futuri amministratori. Nessuno ce l’ ha chiesto ma abbiamo deciso così.
E’tutto anche per questa volta, a risentirci
Saluti Urbinati Urbano


Fonte:
 

Torna alle news della categoria "homepage"
Torna alla pagina delle news

Siti Web personalizzati di Euweb.it