WebMail

20 Settembre 2018 - 20:39

home cronaca sport sport g. giornali economia cultura messaggi links
Google
26/03/2017 homepage  
Riccardo Nencini confermato alla segreteria
dal Congresso Straordinario del PSI

Il Congresso Straordinario del PSI, unico Partito nel panorama italiano ad aver mantenuto la stessa denominazione da 125 anni, conclusosi domenica scorsa a Roma, ha richiamato i suoi simpatizzanti ed elettori ad un forte e rinnovato impegno riformista.
Dalla Capitale sono state lanciate proposte innovative di politiche di contrasto alla povertà e di sostegno al lavoro giovanile, di aiuto ad una maggiore procreazione per contrastare il fenomeno drammatico delle culle vuote che sta progressivamente distruggendo l'equilibrio generazionale, fondamento della società e di lotta, infine, serrata contro tutti gli estremismi e populismi per un'Europa, in occasione del 60° dei Trattati di Roma, sempre più coesa ma attenta ai bisogni dei più deboli.
Non va mai dimenticato che il sogno degli Stati Uniti d'Europa, pur tra le sue tante difficoltà e contraddizioni, ci ha regalato 70 anni di pace, il periodo più lungo dalla Pax romana di Augusto.
L'Europa Unita ce la dobbiamo tenere ben stretta ha ammonito, dalla tribuna del Congresso, Emma BONINO, perché rappresenta l'unico baluardo contro i rigurgiti nazionalistici o sovranisti, come si voglio far chiamare oggi, dietro i quali esiste solo una prospettiva, quella della guerra e del genocidio".
Il Congresso ha anche sviscerato con vari, interessantissimi approfondimenti il tema caldo dell'Immigrazione. La conclusione è che questa non va in alcun modo "incoraggiata" ma al contrario, ove effettivamente necessiti, intelligentemente "governata". E' necessario, quindi, programmare gli arrivi, legandoli strettamente alle effettive esigenze del mondo produttivo in carenza di manodopera in determinati specifici settori, come ad esempio il comparto manifatturiero industriale, agricolo e quello dell'assistenza agli anziani.
Vanno fissate, inoltre, con molta decisione le condizione per l'accoglienza. Questa si deve realizzare con la piena accettazione dei valori europei occidentali di laicità, di democrazia, di libertà individuali e di parità di genere. La concessione della Cittadinanza deve essere un punto di arrivo di un processo compiuto di Integrazione, (sarebbe meglio iniziare a parlare, piuttosto, di ASSIMILAZIONE ,visti i risultati fallimentari delle politiche coesistenza multiculturale del Nord Europa che hanno finito per creare delle vere e proprie "enclave" estranee e conflittuali col resto della Società) diversa cosa per i nati in Italia nei confronti dei quali dovrebbe essere applicato lo JUS SOLI.
Il Congresso, definito da Bobo Craxi come “una farsa”, in disprezzo degli oltre 600 delegati provenienti da ogni parte d’Italia, praticamente all’unanimità, ha confermato alla segreteria Riccardo Nencini che ha affermato: Il dispiacere più grande è apprendere che il figlio di Bettino CRAXI stia stringendo accordi con D'Alema e quegli eredi del PCI che hanno contribuito alla distruzione del PSI nel 1992 e all'esilio del padre, per una poltroncina di parlamentare.
Vedi l'articolo de "IL MATTINO" che ha sintetizzato le conclusioni del Congresso.

Fonte:
 

Torna alle news della categoria "homepage"
Torna alla pagina delle news

Siti Web personalizzati di Euweb.it