WebMail

02 Aprile 2020 - 11:30

home cronaca sport sport g. giornali economia cultura messaggi links
Google
23/03/2020 homepage  
Vallefoglia:
Decreto Conte 22 marzo, le attività che restano aperte

Poco prima delle 20 di ieri 22.03.2020 il premier Giuseppe Conte ha firmato il nuovo decreto annunciato in diretta sabato 21 marzo.
Il decreto riguarda una nuova stretta sulle attività produttive a partire da oggi 23 marzo.
Come accaduto altre volte, però, anche in questa occasione si sono verificate delle azioni non proprio chiare e lineari.
Dopo la comunicazione del Presidente del Consiglio, infatti, sono arrivate numerosissime richieste dalle aziende che presentavano varie motivazioni per giustificare la necessità di proseguire nella propria attività.
Secondo tali precisazioni il carattere essenziale delle stesse e la rilevanza strategica ai fini dell’economia nazionale erano indiscutibili tanto da essere di nuovo inserite nell’elenco delle attività che restano aperte, scavalcando le decisioni assunte già con i sindacati, gli industriali e le forze sociali.
Le attività che restano aperte sono tante e, secondo me, non tutte giustificabili tanto è vero che i sindacati minacciano lo sciopero generale sia perché si sentono scavalcati ingiustamente sia perché ritengono che bisogna ridurre il numero delle persone in circolazione.
E’ comprensibile che tutti si ritengano indispensabili al buon andamento dell’attività economica, ma mi chiedo se sia veramente necessario, ad esempio, il “Commercio all’ingrosso di macchinari, attrezzature, macchine, accessori, forniture agricole e utensili agricoli, inclusi i trattori” oppure la “Fabbricazione di macchine per l’agricoltura e la silvicoltura” “Attività finanziarie e assicurative” “Attività legali e contabili” “Attività di direzione aziendali e di consulenza gestionale” e così via.

Vedi pubblicazione del Decreto 22.03.2020 sulla Gazzetta Ufficiale

Fonte:
 

Torna alle news della categoria "homepage"
Torna alla pagina delle news

Siti Web personalizzati di Euweb.it